GHEDI: Merigo 6, Zanotti 6 (33′ st Canga sv), Mingardi 6,5, Botchway 5,5 (39′ st Bergamaschi sv), Vitali 6, Zamboni 6, Pesce 6.5, Semmah 6, Farimbella 5.5 (44′ st Manzoni sv) , Zanola 4, Bigatti 7, A disp. Mangeri, Ragnoli, Ervini, Bini. All.Scalvini.
ADRENSE: Frusconi 6, Rizzola 6.5, Bonardi 6.5, Gjonaj 7 (14′ st Milanesi 7), Rossi 5, Paderni 6, Spanò 6.5 (33′ st Faini sv), Masperi 6.5, Lorenzi 7 (39′ st Paderno sv), Peli 6.5, Ferrari 5.5 (38′ st Lonardi sv). A disp. Ravelli, Assoni, Martinelli. All. Volpi.
Arbitro: Volta di Brescia 5.
Reti: 11′ pt Gjonaj, 26′ pt Bigatti, 40′ pt Bigatti (rig), 45′ pt Lorenzi (rig), 23′ st Milanesi, 36′ st Lorenzi. Note: espulso Zanola al 45′ pt.

A perdifiato. E sempre più travolgente. Prosegue la corsa solitaria in vetta alla classifica della regina Adrense, ormai lanciatissima verso il balzo (strameritato) in Serie D.A piegare la testa questa volta è il Ghedi, che si arrende dopo aver provato a mettere in difficoltà la corazzata bianconera. Tutto inutile. Volpi e i suoi veleggiano verso il titolo con un eloquente +13 sulle seconde: la Calvina e la sempre più sorprendente Bedizzolese.Ai bassaioli di Scalvini restano però la consapevolezza di averci provato e l’onore delle armi. Il Ghedi ha lottato e non si è scoraggiato. Anzi, ha reagito da grande squadra dopo lo svantaggio iniziale, pareggiando prima e ribaltando addirittura il punteggio poi. Fatali, però, al 45′, il calcio di rigore trasformato da Lorenzi per il 2-2 (contestatissimo dai padroni di casa) e il rosso rimediato da Zanola, cacciato dal campo per proteste. Un’ingenuità che ha spaccato in due il match.LA PARTITA. Avvio travolgente dell’Adrense, che trova il gol del vantaggio all’11’: azione corale e avvolgente, assist di Rizzola e conclusione vincente di Gjonaj, che dalla lunetta lascia partire un fulmine che incenerisce il portiere. Scherza l’Adrense, che mantiene il possesso palla senza però affondare; non scherza affatto il Ghedi, che si butta in avanti e trova il pareggio. Il minuto è il 20′: Rossi commette fallo su Botchhway al limite dell’area, Bigatti calcia con precisione e fredezza firmando l’1-1. Che diventa 2-1 al 40′, quando Pesce, servito da Farimbella, si invola verso l’area: l’uscita disperata di Frusconi sui piedi dell’attaccante di casa, che nel frattempo è incalzato da Rossi, viene sanzionata con la massima punizione. Dagli undici metri Bigatti non sbaglia e mette a segno la doppietta. Sorpasso Ghedi. Incredibile in quel di Flero.Talmente incredibile che al 45′ la partita svolta. Un cross di Rizzola viene intercettato da Zanola tra spalla e braccia: l’arbitro opta per il rigore. Proteste a non finire, esagera Zanola e viene espulso. Lorenzi non fallisce e mette la firma sul 2-2.NELLA RIPRESA, con un uomo in meno e con nelle gambe dei giocatori le fatiche del turno infrasettimanale, per il Ghedi fermare l’Adrense diventa pura utopia. E così al 23′ un diagonale del neo entrato Milanesi vale il sorpasso, mentre al 36′ è ancora Lorenzi a segnare il 4-2 e a mandare a referto la personale doppietta. Adrense sempre più lanciata verso il grande sogno, Ghedi beffato e sempre più nei guai, al penultimo posto e in bilico sull’orlo del baratro.